Da sette anni organizzo in questo Istituto conferenze di Storia. Lo faccio perchè amo immensamente questa disciplina e perchè credo nell’importanza della memoria, del coltivare i legami con il passato perchè noi siamo il suo prodotto, nel bene e nel male. Tuttavia quest’anno è stato particolare: è stato l’anno del Covid 19 che ha chiuso le scuole, che ha costretto docenti e alunni a “vedersi e sentirsi” tramite la famosa DAD. Davanti ad uno schermo tutti i giorni, per diverse ore, con tutti i pro e contro.

Avevo già organizzato a novembre una conferenza sulla Seconda guerra mondiale in Abruzzo. Contattati gli storici e fissata la data…17 aprile 2020. Non è semplice organizzare una “Conferenza” con studiosi di fama nazionale come il prof.  Enzo Fimiani,  che parlano di persona dei loro libri, delle ricerche, delle testimonianze raccolte ecc. Da alcuni anni sono membro dei gruppi di ricerca di storia del Cidi : saper fare Laboratorio di Storia, raccogliere documentazioni storiche è una cosa seria, non un gioco o un modo per ” far qualcosa”…e quando è arrivata la chiusura a Marzo e si è compreso che sarebbe durata a lungo, ho pensato che sarebbe andata persa una bella e costruttiva occasione per gli alunni. Poi, il sostegno del Ds prof Carlo Di Michele, ha segnato la svolta. La Conferenza si è fatta. Tramite la tecnologia ( questa è la sua positività) si è svolta una diretta, anche  tramite Facebook, che ha raggiunto le case degli alunni, dei colleghi, delle associazioni, amici, insomma quelli interessati ad ascoltarla. E’ stata per me un’intensa emozione e un grande onore coordinare e condurre l’evento che ha visto il prof Enzo Fimiani e il prof Mario Rainaldi discorrere sull’Abruzzo in guerra, sulla linea Gustav, sulle lettere degli aviatori, sui nipoti che tornavano nei luoghi dove gli aerei dei nonni erano stati abbattuti per cercare un piccolo frammento, un qualcosa che li collegasse ancora emotivamente.

Questa è la Conferenza che non dimenticherò mai, speciale per il periodo in cui si è svolta,  per l’argomento e per i relatori che vi hanno partecipato! Grazie prof  Enzo Fimiani e prof  Mario Rainaldi!




Sezioni